"Ogni volta che un bambino prende a calci qualcosa per la strada lì ricomincia la storia del calcio". Jorge Luis Borges

L’Union Pro con la vittoria per 2 a 1 contro il Nervesa ha cancellato il passo falso contro il Portomansuè e scacciato i sospetti di chi pensava ad una squadra demotivata visti i diversi interessi di classifica.

Mister qualche malpensante credeva in una facile vittoria dei padroni di casa e invece avete confermato che oltre al carattere anche l’onestà fa parte del vostro dna.

«Si, siamo stati bravi perché per l’ennesima volta abbiamo rimontato. Il rigore per il Nervesa era inesistente, dopo lo svantaggio siamo passati al 4-4-2 e abbiamo trovato l’assetto giusto. Fin da subito nonostante il gol subito avevo visto il piglio giusto che era mancato invece contro il Portomansuè, abbiamo fatto una buona prestazione»

Tutti promossi con una note di merito per Pippo Peron sei d’accordo?

«Si Filippo si è sacrificato a fare 3 ruoli e li ha fatti tutti bene con grande applicazione. Lo spirito di sacrificio di questo gruppo mi sorprende ogni giorno ed è uno dei segreti dell’ottima stagione che stiamo facendo».

Dopo i 2001 Veglianiti e Visentin domenica hai fatto esordire in difesa anche Zanetti, come giudichi la sua partita?

«Alvise è partito un po’ timoroso com’era normale che fosse ma poi si è ripreso e mi è piaciuto. Dopo l’infortunio di Nobile l’ho spostato al centro della difesa e anche lì se l’è cavata bene. Vedremo nelle ultime 3 giornate di fare esordire qualcun altro giovane della Juniores».

Alberto Duprè