"Ogni volta che un bambino prende a calci qualcosa per la strada lì ricomincia la storia del calcio". Jorge Luis Borges

L’Union Pro nella terza giornata di ritorno ospita l’Union QDP con l’intento di cancellare la brutta sconfitta contro il Giorgione (Mogliano ore 14 e 30, arbitra Alberto Tiso della sezione di Vicenza). In classifica i biancoblù hanno 25 punti contro i 20 della squadra del Quartier del Piave.

ALL’ANDATA – Si impose la Pro per 2 a 0 con gol di Volpato al 47’ del primo tempo e Coin su punizione al 45’ della ripresa.

INDISPONIBILI – Sono 4 i giocatori fuori causa. Grossi problemi in difesa dove mancheranno Pierluigi Marcato (squalifica), Enrico Trevisiol (fascite plantare) e Manuel Danieli (problema al bicipite femorale). A centrocampo mancherà Nicola Barzaghi, uscito in barella domenica, che ha subito un contusione al ginocchio che gli farà saltare un paio di partite salvo complicazioni. Il capitano Gianluca Fuxa non ha svolto per precauzione l’ultimo allenamento dopo i punti di sutura alla nuca rimediati contro il Giorgione ma è convocato. La buona notizia arriva dal recupero in difesa di Alvise Nobile.

PREPARTITA – L’allenatore Alberto Gionco ci fa il punto della situazione: «Siamo un po’ contati perché in una rosa di 19 giocatori 4 assenze contemporanee pesano ma chi è a disposizione mi dà buone garanzie. In settimana abbiamo analizzato le due false partenze contro Pievigina e Giorgione, non c’è un problema specifico ma serve tornare ad avere la fame che avevamo nel girone di andata. Ci siamo già giocati due bonus e quindi bisogna riprendere subito la marcia».

Affrontate un Union QDP che vi darà filo da torcere.

«Sono una squadra tosta che a livello caratteriale non molla mai. Nell’ultimo turno hanno battuto il Vittorio e quindi ci aspettiamo una squadra con il morale alto».

PROGRAMMA GIORNATA: Istrana – Giorgione, Luparense – Calvi Noale, Nervesa – Liapiave, Portomansuè – Real Martellago, Treviso – Tombolo Vigontina San Paolo, San Giorgio Sedico – Eclisse CareniPievigina, Vittorio Falmec – Mestre. Riposa: Liventina.

 

Alberto Duprè