"Ogni volta che un bambino prende a calci qualcosa per la strada lì ricomincia la storia del calcio". Jorge Luis Borges

TREVISO 0 UNION PRO 1

MARCATORI: st 31’ Nobile.

TREVISO (4-2-3-1): Lo Curcio*; Cazzaro*, Equizi (st 35' Mattesco), Talin, Lazzaro* (st 26’ Francesconi*); Livotto, Cess; Granzotto* (st 40’ Zain*), Stefani*, Secco*; Cissè*.

AMMONITI: Equizi, Cess.

ALLENATORE: Andrea Campolattano.

UNION PRO (4-3-1-2): Mason*; Danieli*, Nobile, Da Lio, Visentin*; Barzaghi*, Gentina* (st 8’ Meite), Esmaillou (st 8’ Dordit*); Coin*; Berardi* (st 37’ Fuxa), Peron* (st 24’ Volpato).

PANCHINA: Marin*, Dei Poli*, Veglianiti*, Marcato*.

ALLENATORE: Alberto Gionco.

ARBITRO: Riccardo Castellin della sezione di Este.

ASSISTENTI: Luca Allegro della sezione di Vicenza e Nicolas Matterazzo della sezione di Padova.

NOTE – Calci d’angolo 10 a 1 per l’Union Pro. *Under a referto. Recupero: pt 1’, st 5’. Spettatori 150 circa.

SILEA – L’Union Pro rispetta il pronostico battendo per 1 a 0 il Treviso e salendo a 40 punti che equivalgono a salvezza certa e sesto posto in classifica vista la sconfitta della Pievigina. Il disastrato campo di Silea non permetteva di giocare palla a terra e la squadra di Campolattano, nonostante il destino ormai segnato, si è battuta con dignità lottando fino alla fine. Ma oggi contava solo vincere e la vittoria è arrivata a coronamento di una stagione fin qui andata oltre le aspettative. Nelle ultime 5 giornate adesso si potrà giocare spensierati puntando magari a lanciare qualche altro giovane dopo il promettente esordio del difensore classe 2001 Pietro Visentin.

CRONACA PRIMO TEMPO – Al 4’ Coin ci prova con un destro dal limite che però si perde alto. Al 16’ Equizi strattona vistosamente Coin a cavallo della linea dell’area ma l’arbitro si toglie il dubbio se fischiare punizione dal limite o rigore non fischiando affatto… Al 21’ Coin serve a sinistra Visentin che mette al centro con la difesa di casa che spazza in corner con affanno. Al 36’ Coin serve in area Berardi che da buona posizione spara altissimo di sinistro. Al 43’ uno svarione di Lazzaro lancia a rete Berardi che però si attarda a calciare consentendo ad Equizi di recuperare e rubargli palla.

CRONACA SECONDO TEMPO – La prima azione della ripresa è del Treviso che al 8’ si fa pericoloso con Stefani che si libera bene in area con il mancino ma poi calcia in bocca a Mason. Al 11’ Coin su corner pesca in area Berardi che stacca di testa mettendo di poco alto. Al 26’ ancora Berardi protagonista con un tiro ravvicinato che Lo Curcio devia in angolo. Al 29’ gran lancio di Volpato per Berardi che entra in area e viene strattonato e atterrato da Talin: da regolamento è calcio di rigore ed espulsione per interruzione di chiara occasione da rete ma il direttore di gara incredibilmente fa cenno di proseguire. Dopo 2’ ci pensa Alvise Nobile a mettere tutti d’accordo con un’incornata imperiosa su angolo di Coin segnando il gol partita. Al 35’ l’ex Meite prova la botta con il destro da fuori area mettendo fuori di poco. Il Treviso conferma la sterilità offensiva non riuscendo mai a calciare in porta con la Pro che gestisce il finale senza apprensioni.

ALTRI RISULTATI - Calvi Noale 2 Eclisse CareniPievigina 0, Liapiave 1 Mestre 2, Luparense 1 Istrana 0, Nervesa 0 Liventina 3, Portomansuè 2 Vittorio Falmec 1, Real Martellago 1 Union QDP 3, Tombolo Vigontina San Paolo 1 Giorgione 2. Riposa: San Giorgio Sedico.

Alberto Duprè

L’Union Pro nella 28^ giornata di campionato affronta in trasferta il Treviso (si gioca a Silea alle 14 e 30, arbitra Riccardo Castellin della sezione di Este). In classifica l’Union è settima con 37 punti con la salvezza quasi raggiunta mentre il Treviso è ultimo con 9 punti e con il destino ormai segnato.

ALL’ANDATA – Finì 3 a 1 per l’Union Pro. Partita chiusa già nel primo tempo con i gol di capitan Fuxa al 3’, Volpato al 16’ e Berardi al 43’. Per il Treviso gol della bandiera di Gjini al 41’ della ripresa.

INDISPONIBILI – In porta mancherà ancora Christian Pomiato per il solito problema all’inguine. In difesa Enrico Trevisiol è in recupero dalla fascite plantare ma non ancora pronto per essere convocato. A centrocampo mancherà Alessandro Delaini che ha ormai purtroppo chiuso la stagione. In attacco c’è un punto di domanda su Andrea Dordit che ha saltato l’ultimo allenamento ieri sera per qualche linea di febbre ma dovrebbe essere recuperato.

PREPARTITA – L’allenatore Alberto Gionco mette in guardia la sua squadra dal pericolo di prendere sotto gamba il Treviso: «Sto martellando i ragazzi per tenere alta l’attenzione e non sottovalutare l’avversario. Il Treviso l’ho visto domenica a Nervesa e non mi è affatto dispiaciuto, hanno un’idea di gioco e anche se faticano a fare gol dietro concedono poco. Nonostante la classifica non sono una squadra allo sbando quindi servirà la massima concentrazione perché queste sono le classiche partite dove hai solo da rimetterci. Vogliamo raggiungere i 40 punti per poi giocare senza pressioni le ultime 5 giornate di campionato».

PROGRAMMA GIORNATA: Calvi Noale – Eclisse CareniPievigina, Liapiave – Mestre, Luparense – Istrana, Nervesa – Liventina, Portomansuè – Vittorio Falmec, Real Martellago – Union QDP, Tombolo Vigontina San Paolo – Giorgione. Riposa: San Giorgio Sedico.

Alberto Duprè

L’Union Pro 1928 prosegue con la rubrica “L’angolo dello sponsor” per ringraziare tutti le aziende che supportano la nostra società permettendoci di portare avanti i nostri progetti.

In questa occasione il grazie di cuore va a Enrico, Stefano e Lisa dell'agenzia Generali di Conegliano.

ECCELLENZA: Treviso – Union Pro

Domenica 24 marzo ore 14 e 30 – Silea, stadio di via Cendon.

JUNIORES ÉLITE: Union Pro – Villorba

Sabato 23 marzo ore 15 e 30 – Mogliano Veneto, stadio di via Ferretto.

ALLIEVI ÉLITE: Belluno – Union Pro

Domenica 24 marzo ore 10 e 30 – Fortogna di Longarone, campo Statale Alemagna.

ALLIEVI SPERIMENTALI: Union Pro – Vedelago

Domenica 24 marzo ore 19 e 30 – Preganziol, stadio di via Manzoni.

GIOVANISSIMI ÉLITE: Union Pro – Don Bosco San Donà

Domenica 24 marco ore 10 e 30 – Mogliano Veneto, campo settore giovanile di via Ferretto.

GIOVANISSIMI SPERIMENTALI: Vazzola – Union Pro

Domenica 24 marco ore 10 e 30 – Codognè, campo di via De Amicis.

GIOVANISSIMI PROVINCIALI: Union Pro - Resana

Domenica 24 marzo ore 10 e 15 – Preganziol, campo di via Bassa.

L’Union Pro anche dopo la sconfitta contro il Calvi Noale per 3 a 2 nell’anticipo di sabato resta al settimo posto in classifica e domenica contro il Treviso avrà il primo match point per raggiungere i 40 punti e mettere il sigillo all’obiettivo salvezza.

Mister sabato a Noale per l’ennesima volta è arrivata una sconfitta immeritata con la solita falsa partenza che vi ha complicato le cose.

«Si nel primo tempo anche questa volta siamo partiti ad handicap. Ma secondo me non abbiamo fatto malissimo è solo che loro hanno capitalizzato al massimo le occasioni facendoci 2 gol mente noi siamo stati poco incisivi. Per quanto il campo fosse stretto e loro ci pressassero abbiamo fatto la nostra partita».

 Ti senti di imputare qualcosa ai tuoi ragazzi?

«No, abbiamo fatto l’ennesima buona prestazione e la squadra si diverte a giocare. Mi dispiace solo entrare nello spogliatoio e trovare i giocatori con la testa bassa per una sconfitta immeritata ma anche questo fa parte del processo di crescita. Da come abbiamo giocato sembravamo noi i quarti in classifica e consideriamo anche che avevamo fuori quasi tutta la difesa titolare».

Eravate riusciti a recuperare il doppio svantaggio e sembravate in grado di vincerla, poi purtroppo è arrivata l’ingenuità di Da Lio che ha provocato il rigore decisivo.

«Si peccato che l’errore sia arrivato da uno dei nostri giocatori più esperti che tra l’altro aveva fatto una gran partita. Doveva proteggere meglio la palla sulla pressione di Dell’Andrea ma non per questo gli gettiamo la croce addosso, gli errori fanno parte del gioco».

Domenica affrontate l’ultima in classifica con la concreta possibilità di chiudere i conti salvezza.

«Affronteremo il Treviso con la rabbia che dobbiamo avere dopo 2 sconfitte consecutive e andremo in campo per prenderci i punti che ci mancano per poi giocare le ultime giornate senza pressioni di classifica».

Alberto Duprè